giovedì 1 maggio 2008

LE NUOVE NOMINE

ASSESSORI
Vice Sindaco Giulio Pannozzo (edilizia privata)
Orlando De Filippis (urbanistica, usi civici, personale dipendente)
Fernando Magnafico (bilancio, ambiente, edilizia scolastica)
Pasquale Mastrobattista (tributi, trasporti, rapporti con gli enti sovracomunali)
Giuseppe Tatarelli (lavori pubblici)
Bruno Trani (rapporti con le contrade)

CONSIGLIERI DELEGATI
Adelmo Cardi (artigianato)
Sandro Marrocco (servizi sociali, rapporti con l’associazionismo e il volontariato)
Alfredo Mastrobattista (agricoltura, viabilità rurale)
Giorgio Taccetti (pubblica istruzione, cultura, turismo, commercio, spettacolo)
Luigi Verardi (attività venatoria)

DELEGATI ESTERNI
Franco De Filippis (servizi generali per pensionati, emigrati-immigrati, rapporti con i lenolesi all’estero)
Pierluigi De Filippis (politiche del lavoro, affari generali e istituzionali)
Alessio Guglietta (politiche giovanili)
Thierry Mandarello (promozione dell’immagine del paese)
Franca Mastrobattista (pari opportunità)
Andrea Panno (gemellaggi e scambi culturali)
Giovanni Panno (arredo urbano, parchi e giardini)
Arturo Pizzella (sport)
Verardi Francesco (gestione del patrimonio)

La parola d’ordine con la quale inizia questo mandato amministrativo è “coinvolgimento”. Crediamo che la decisione del Sindaco di conferire deleghe ad esterni sia una innovazione per il nostro paese.
La minoranza però è contraria e addirittura minaccia di adire le vie legali nel tentativo illusorio di bloccare un provvedimento che rende partecipi della vita amministrativa anche i semplici cittadini. Da un lato si parla di stimolare la partecipazione diretta alle decisioni, dall’altro si preannunciano “indagini” per verificare la legittimità del coinvolgimento. Sarebbe questa l’opposizione “costruttiva”?
Il regolamento comunale comunque dà la possibilità di assegnare deleghe anche a non consiglieri comunali e nella fattispecie riguarda una norma, lo vogliamo ricordare, votata a suo tempo anche da personaggi che attualmente siedono nei banchi della minoranza.
Per una questione di coerenza, non si possono esprimere opinioni differenti, sullo stesso argomento, sulla base della propria collocazione in consiglio comunale.
Ad ogni buon fine, auguriamoci buon lavoro, con la consapevolezza del servizio da rendere al paese. Noi continueremo ad esprimerci con il solito stile schietto e sincero, interessandoci e parlando delle cose di cui siamo legittimati. Le sciocchezze le lasciamo dire agli altri.

23 commenti:

La Campagnola ha detto...

Avete dimenticato di citare Arturo Pizzella, delegato allo sport. Buonanotte!!!!

ANNARELLA ha detto...

Sindaco!

Mi spiace, ma non approvo la delega agli esterni.
Non la trovo una scelta coerente.
Mi puzza di regalia post-elezioni.
Certo ormai quel che è fatto è fatto, ma Lei è proprio convinto di aver fatto bene?
Qualcuno parla anche di casi di incompatibilità.
Sta sentendo cosa sta succedendo all'attuale Sindaco di Campodimele?
A sto punto, se è tutto lecito, mi chiedo perchè mai non ha conferito una delega anche a me, per la stima che le porto???

E certo!

Una delega per i diritti dei "poveri sciudati".

Veramente Sindaco, questa mossa non l'ho capita e non mi è piaciuta.
(non è così che si può parlare di coinvolgimento, comunque sia....)

Buon lavoro

(...dimenticavo che mò, prima di veder pubblicato questo mio intervento, devo sperare che le piaccia. Pure questo... vabbuò)

63enne ha detto...

Questa Annarella è proprio fuori binario. Se un'amministrazione si chiude a riccio, dicono che non va bene. In questo caso si è aperta molto al coinvolgimento, e nemmeno va bene.
Difendo la scelta fatta e sposo in pieno l'impostazione data. L'amministrazione ha iniziato questo nuovo percorso partendo con il piede giusto.
Buon lavoro a tutti, al Sindaco, agli Assessori, ai delegati.

Non scoraggiatevi e non demordete. Tanto le critiche vengono sempre dalle stesse persone che ancora non digeriscono la sconfitta e che pensano di fare bene a continuare nel clima di campagna elettorale.

Ma la gente già li sta dimenticando.

63enne ha detto...

Si parla di presunta incompatibilità. Ma vogliamo andare a vedere veramente dove sta l'incompatibilità?

clandestino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
clandestino ha detto...

Per cercare di comprendere "la novità" di questa maggioranza, per me e per tutti gli altri, sarei grato se mi indicaste il ruolo e il grado di potere decisionale dei delegati esterni.

Sicuro di un Vs. riscontro...

buitre ha detto...

CARO CLANDESTINO, GLI ANNI PASSANO E QUALCOSA SI DIMENTICA.
ABBIAMO DIMENTICATO QUANTI DELEGATI HA AVUTO L'AMMINISTRAZIONE A TE SIMPATICA DEL FAMOSO SLOGAN E....STATE A LENOLA, MENTRE ANDAVANO A RUBA LE MAGLIETTA DA TE STAMPATE?
ERANO BELLISSIME MA LE HO PURE PAGATE!!!!!! E QUESTA NON ERA UNA DELEGA OCCULTA ALL'ORGANIZZAZIONE DELL'E....STATE LENOLESE.?
QUALCUNO TI HA CHIESTO SPIEGAZIONI?
ORA LE VIENI A CHIEDERE PROPRIO TU?
MI SPIACE CHE NEI TUOI PUNTUALI E CONDIVISIBILI COMMENTI(PS :TI LEGGO SU TANTI BLOG), MI SCADI COSI'.
LE DELEGHE, SONO UN IMPEGNO E UN RICONOSCIMENTO A CHI VUOLE DARE UNA MANO.
CERTO SE POI DOVESSERO ESSERE RETRIBUITE ALLORA IL DISCORSO CAMBIA.
CERTAMENTE NON SI PUO' PRETENDERE CHE IL SINDACO DI TURNO DELEGHI UNA PERSONA DA LUI NON STIMATA.
PENSO CHE E'MEGLIO RENDERLE PUBBLICHE QUESTE COSE E NON OCCULTARLE COME SE BEN MI RICORDO.... E' CAPITATO IN PASSATO.
UN ABBRACCIO

Anonimo ha detto...
Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.
ERMANNO PANNONE ha detto...

In questi giorni si è fatto molto riferimento alla sovranità del popolo:

E' veramente così?

Cosa ci fa Pasquale Mastrobattista (assessore ai tributi, trasporti, rapporti con gli enti sovracomunali) in giunta?

Perchè gli esclusi dal popolo sono stati insigniti di varie deleghe? Sono collaboratori esterni, d'accordo...

ma sono così esterni?

Il popolo è sovrano tanto si è udito ed al popolo le giuste risposte....

Iniziamo da queste...


Con affetto...

write26 ha detto...

Caro Lenola TV, perché dici che non sta mai bene niente a nessuno? Ma da cosa lo deduci?

Prova a porti un altro problema: “non è possibile che in questo paesello ogni critica venga considerata una calunnia.

Siamo arrivati al punto in cui ogni affermazione non condivisa da un sindaco o un assessore qualsiasi è considerata un’offesa e come tale degna di censura.


Perdonaci ma qui esiste ancora gente che preferisce ragionare con la propria testa.


Un saluto sincero write26

63enne ha detto...

Bisogna darsi una regolata.
Se si coinvolge diventa un peccato grave. Se non lo si fa, è ugualmente un peccato grave.
Se la normativa dà la possibilità ad una amministrazione di nominare degli esterni, perchè non farlo?
Se questo offre la possibilità di coinvolgere più persone possibili, perchè non farlo?
Sono perciò d'accordo sulla decisione di affidare deleghe esterne.
Mi permetto poi di esprimere un'opinione su un altro fatto. Coloro che non hanno votato l'attuale amministrazione e soprattutto gli avversari dichiarati, secondo me non hanno il diritto di criticarla per le nomine (ad ognuno i suoi compiti). Ma in generale, tutti dovrebbero attendere più che altro il lavoro svolto e se non si è contenti, fra cinque anni il popolo sovrano potrà decidere diversamente.
Intanto chi amministra imposta il proprio lavoro come meglio crede.
Quando si è in democrazia, bisogna accettere le regole.

r.g. ha detto...

Sig Sindaco, hai voglia a spiegare le cose, tanto poi attaccano sempre sulle stesse questioni.
Vi sforzate a far capire una cosa giusta, ma non serve a niente. Chi ti vuole attaccare ti attacca sempre. A certi non gliene frega niente delle tue spiegazioni, hanno sempre da ridire.
Hai spiegato molto bene il senso delle deleghe assegnate, ma i commenti degli oppositori sono sempre polemici. Se ti limitavi a dare gli incarichi solo agli assessori si sviluppavano lo stesso variegati commenti contro questa decisione.
Dalla parte avversaria si dà enfasi alle cose marginali, ma non si dà il giusto risalto alle spiegazioni ben fatte. Nessuno per esempio ha sottolineato che il regolamento sulle deleghe esterne è stato votato anche da coloro che adesso le criticano. Lo voglio fare io con la speranza che la contraddizione di certe persone cominci a venire fuori. Ritengo infatti che dall'altra parte sia tutta una contraddizione. Sinistra e destra insieme..., adesso si dice una cosa e ieri se ne è detta un'altra..., se stai con "loro" sei buono se stai con "me" sei cattivo..., e via dicendo.
Ai comizi finali stavo in piazza con alcune amiche. Era palpabile l'arroganza degli altri e la semplicità e la moderazione da quest'altra parte. Ma dove volevano andare? Per fortuna Lenola ha scelto così.
Buona domenica

backbone ha detto...

Un saluto all'amico Sindaco e alla nuova Amministrazione. Vi auguro ogni bene. Vi voglio dare anche un consiglio. Non ci pensate più ai veleni della campagna elettorale e a quelli post elettorali.
Caro Sindaco, se puoi dai altre deleghe ancora, perchè la partecipazione è democrazia.
Saluti.

Lyn Yang ha detto...

Io posso anche accettare la tesi che dare deleghe esterne sia democratico, però chi le riceve dovrebbe aver dato prova di grande competenza nel settore che gli si affida, giusto? Stiamo a Lenola e, per fortuna, ci conosciamo tutti...non mi pare che i signori designati abbiano dei meriti particolari!!
Attendo una smentita.

backbone ha detto...

Ma non credi che l'esperienza debba farla chi ha volontà ?

La competenza non si acquisisce forse con le possibilità che si offrono ?

I meriti non vengono forse fuori con le opportunità che si colgono ?

O si nasce imparati ?

adventur ha detto...

Finalmente un pò di pace e di tranquillità su questo blog.
Almeno così chi vuol parlare si sforza di farlo più seriamente.

clandestino ha detto...

Caro Buitre...
non mi pare che nella mia richiesta ci sia un giudizio negativo della scelta di conferire le deleghe esterne... anzi, personalmente della scelta in generale mi troveresti daccordo... ma per natura, prima di dare un giudizio, ho l'abitudine di informarmi meglio.
Per questo ne chiedevo lumi... e tra l'altro ancora sono in attesa di riceverli!

Per la mia "delega occulta" come tu dici, cerco di portarti chiarezza:
nelle due occasioni di cui mi sono occupato dell'Estate a Lenola", è stato per incarico non retribuito conferitomi dagli assessori stessi (prima Piero e poi Attilio), un sorta di consulente esterno, e comunque non a scadenza quinquennale...
Nessun Sindaco e nessuna Giunta mi ha conferito incarichi nè deleghe. Delle mie scelte (propositive e decisionali) ne rispondeva solo ed esclusivamente l'assessore preposto.

Per le magliette, da te pagate come altre 349 persone, stai tranquillo... i soldi, 1.250.000 delle vecchie lire, non sono andati nè nelle casse del Comune e tantomeno nelle mie tasche, ma furono da me versate tramite bollettino (ancora lo conservo, come conservo tanti altri...) ad Amnesty International Italia, comunità globale di difensori dei diritti umani... spero tu come me, a distanza di 9 anni, ne sii felice e orgoglioso!

...un abbraccio e a presto,
Clandestino

adventur ha detto...

A proposito. Ieri non ho potuto seguire il convegno sul turismo organizzato dalla Pro Loco.
Qualcuno sa dirmi come è andata e di cosa si è parlato?????

buitre ha detto...

HO CENTRATO IL PROBLEMA!!
A PARTE CHE NON HO DUBBI SULLA DESTINAZIONE DEI SOLDI RACCOLTI, NON RICORDO SE DURANTE LA VENDITA, TUTTO CIO' ERA SPECIFICATO E QUINDI DA ME OMESSO NEL MIO INTERVENTO PRECEDENTE.
TORNANDO A BOMBA, VA DA SE CHE UNA DELEGA UFFICIALE, CON TANTO DI NOMINA, SIA PIU' LEGITTIMA DI UNA FATTA A VOCE COME QUELLA CHE TI HANNO FATTO A TE.
CMQ VANNO BENE LO STESSO, SE PORTANO AL RAGGIUNGIMENTO DI UN RISULTATO.
LA MIA IMPENNATA, VOLEVA SOLO FARTI NOTARE CHE TANTE POTREBBERO ESSERE LE CONTRADDIZIONI DI SCELTE OPERATE (ASSESSORATI) E TI VAI AD ATTACCARE A DELEGHE (SENZA PORTAFOGLIO)......
UN ABBRACCIO

clandestino ha detto...

@Buitre...
potremmo continuare all'infinito, ma non ne caveremo un ragno dal buco se continui a far finta di non capire:
- nella vendita delle magliette non specificai assolutamente la destinazione dei soldi, fu cosa che decisi successivamente. L'intento principale era promuovere L'Estate a Lenola e non altro;
- Continui a non capire sulle deleghe, io non ho espresso alcun giudizio, ho solo chiesto (e ancora attendo) se le deleghe sono di natura propositiva o decisionale;
- Le contraddizioni degli assessorati... beh, per mia natura non amo sparare sulla croce rossa, e poi basta un minimo di cervello per capire che è una maggioranza che parte già spaccata!!!

...a presto!

ps- non so se capiti a Roma, ma Venerdì alle 22,00 presso il Linux Club, se vuoi puoi venire all'inaugurazione di una mostra fotografica (16 tappe in tutta Italia) a scopo benefico. Ci sono anche alcune mie opere. Magari ci conosciamo... lontano dai riflettori di Lenola! :-)

clandestino ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
indi ha detto...

Erano anni che sentivo dire in giro che la precedente amministrazione stava lì-lì per cadere. Ed invece è durata sino alla fine.
Poi è subentrata la campagna elettorale e per oltre un mese ho sentito dire che Pasqualino diventava sindaco perchè era il migliore. Ed adesso invece fa il capogruppo di minoranza.
Adesso si comincia da capo?
Già vi siete inventati questa cosa della maggioranza che sarebbe già spaccata. E secondo me è invece già spaccato il gruppo di minoranza (o quanto meno l'indotto).
E' evidente infatti che la minoranza, come è stato per la lista, trova l'unità solo quando deve parlare male di Tatarelli e di Giambattista il sindaco. Un gruppo non può avere futuro se si fonda sul fatto di essere contro a quello o a questo.
Sto dicendo stupidaggini?
Lo vedremo.

(Ho espresso una mia spassionata opinione. Vi ringrazio se pubblicherete questo commento)

Pier Paolo Pasolini ha detto...

Scusate ma volevo segnalare, soprattutto a chi è a Roma, un appuntamento da non perdere in cui uno dei protagonisti è il nostro amico Piero Moschitti:

LIVE IN FACTORY
venerdi 9 maggio, ore 22,00
presso "Factory occupata" di Roma
via di Riva Ostiense (Ponte di Ferro)
musica popolare con
VEN'TRUPEA
in concert



Silvano Boschin: Voce, chitarra, bouzouki mandolino, mandola, mandoloncello;
Loredana Terrezza: Voce, flauto dolce e traverso, ciaramella, ottavino, sisco, castagnette;
Amedeo Virgulto: Voce, fisarmonica;
Pierluigi Moschitti: Tamburi a cornice, darbouka, cajon.

Vi aspettiamo.
www.factoryoccupata.it