lunedì 9 marzo 2009

"...L'IMPORTANTE E' CHE SE NE PARLI" (da una citazione di Giulio Andreotti)

Come preannunciato, si è riunito giovedì 5 marzo il Consiglio comunale. In apertura di seduta il Presidente del Consiglio comunale, Giulio Mastrobattista, ha voluto precisare alcune questioni concernenti il rispetto del Regolamento consiliare. Ha poi reso noto una lettera dell'Assessore provinciale Giuseppe Tatarelli con la quale comunica che la Provincia ha finanziato la realizzazione di marciapiedi in località San Martino (dalla sede dell'ex Consorzio Acquedotti sino al bivio del cimitero).
Dopo l'interrogazione posta all'ordine del giorno, puntualmente è arrivata anche la replica dell'Amministrazione a chi pretende di farci passare per "incapaci" e imbroglioni".
La maggioranza ha ricusato tutti i punti della mozione presentata dalla minoranza con la quale quest'ultima richiedeva al sindaco di rimuovere dall'incarico il Responsabile dell'Ufficio tecnico-urbanistico e l'Assessore ai lavori pubblici.
Ciò che ha fatto saltare i nervi ai consiglieri di minoranza, conducendoli a presentare la mozione, è stata la realizzazione, in itinere, del parcheggio di Via della Mola. Proprio perchè è un'opera molto apprezzata dai cittadini, la minoranza ha voluto trovarci qualcosa di ambiguo per dirottarne l'attenzione. Addirittura ha chiesto l'interessamento della Corte dei Conti. Insomma, tanti pretesti per creare polveroni che non rendono un buon servizio al nostro paese.

Un altro esempio è stata la vicenda del "processo partecipativo", tramite il quale gli avversari hanno tentato di montare una polemica contro l'Amministrazione senza sapere bene di cosa stavano parlando. E non è certamente bastato dedicarci un interminabile "post" per giustificare la cantonata: alla fine lo hanno dovuto ammettere; a modo loro, ma lo hanno dovuto ammettere.
Tra l'altro è bene ricordare che per l'annualità 2008 abbiamo avviato due iniziative che hanno riguardato il bilancio partecipato e le infrastrutture. Noi abbiamo tenuto delle riunioni confrontandoci con la gente, mentre la minoranza si è fatta promotrice di una raccolta di firme tra amici e conoscenti, distorcendo il concetto della partecipazione come la intende la Regione. In questo caso, "partecipazione" significa confronto e discussione con l'Amministrazione, non una semplice raccolta di firme da presentare. Se noi volessimo fare la stessa cosa non avremmo nessuna difficoltà e probabilmente ne raccoglieremmo il triplo in poco tempo. Ma è questo lo spirito della legge regionale ?

Quello però che ci preoccupa è che per il 2008 la Regione, in tutto il Lazio, ha finanziato solo 8 Comuni (fascia al di sotto dei 5.000 abitanti).
Questa legge regionale sui progetti partecipati non sarà mica una presa in giro?

Ritornando al Consiglio comunale, nel corso dell'ultima seduta è stata presa una decisione importante, l'intenzione cioè di continuare a far parte nel futuro di una comunità montana. La Regione Lazio, infatti, ha richiesto a tutti i Comuni montani di esprimersi al riguardo per poter poi procedere alla costituzione dei nuovi comprensori.

E' stato in seguito adeguato il costo di costruzione, ai fini del rilascio del permesso di costruire, in ragione dell'intervenuta variazione accertata dall'Istat, ed infine sono stati alienati due terreni di uso civico.

17 commenti:

CUSANI...e la fine del Balletto/a !!! ha detto...

Da Latina oggi del 09/03/'09



VENTI di tempesta in Forza Italia:
il Club azzurro di Lenola sbatte
la porta in faccia a Cusani e
chiude i battenti. Un'energica alzata
di capo, cosa che costituisce
un fatto fino a poco prima impensabile.
Soprattutto per i toni dello
«strappo». Ma ecco i fatti, illustrati
da Eric Nardoni, fino a poco
tempo fa coordinatore del club.
«La situazione politica a Lenola e
nello specifico in Fi risulta ad oggi
molto complessa per evidenti gravi
colpe del presidente Armando
Cusani», attacca. Il racconto delle
«epiche gesta», come le chiama
lui con sarcasmo, del «tuttofare»
Cusani partono da lontano, dal
2003. «È in quel periodo che si
ordina a Germi Guglietta di
dimettersi dalla carica di sindaco
perchè bisognava costituire a Lenola
con l'Udc la Casa delle Libertà
- sipega Nardoni - In realtà, si
era invece deciso a tavolino che il
paese doveva essere governato
dall'Udc. In un colpo solo Fi a
Lenola perde dunque sindaco e
presidente della Comunità montana.
La sezione viene commissariata,
alle provinciali del 2004 si
chiede a Guglietta di presentarsi
con il simbolo del partito ed in
campagna elettorale Cusani si
spende in promesse pubbliche nei
confronti dell'ex sindaco. Sottotraccia,
però, quest'ultimo orienta
i voti del partito verso il rappresentante
di una lista non ufficiale ,
la 'lista Cusani', l'itrano Cardogna.
Il quale, alla fine dei conti, anche
prendendo molti voti in meno rispetto
a Guglietta, entra in consiglio
provinciale. Per non farsi
mancare nulla, poi, Cusani elegge
assessore provinciale con delega
al bilancio il lenolese dell'Udc
Giuseppe Tatarelli, che tra l'altro
non era stato neanche eletto come
consigliere provinciale. Tatarelli
non era certo un uomo di sua fiducia,
ed anzi non gli aveva risparmiato
aspre critiche, in campagna
elettorale non lo aveva neanche
menzionato come suo candidato a
Presidente e alle regionali erano
rimaste famose le sue lettere agli
elettori contro l'onorevole Claudio
Fazzone. "Ma il meglio di sè il
Cusani lo offre alle amministrative
del 2008, quando il suo comportamento
raggiunge l'inverosimile.
Il Presidente continua e rilancia
nella sua crociata pro Udc e
comincia a telefonare e contattare
personalmente iscritti di Fi per
farli confluire verso il candidato a
sindaco del partito di Casini. I fatti
elencati sono solo una parte della
svendita totale fatta dal presidente
Cusani nei confronti del partito a
Lenola. Per 5 anni abbiamo fatto
riunioni per tenere insieme il partito
ed avere un nostro candidato a
sindaco, ma lui in 5 minuti ha
distrutto tutto. Abbandoniamo a
malincuore Fi perché impossibilitati
dai suoi modi di fare a lavorare
per il partito. Cercheremo da altre
parti quello che non siamo riusciti
a trovare con questa dirigenza. La
nostra dignità e la nostra intelligenza
- conclude Nardoni -, messe
già così tanto alla prova, non ci
consentono di continuare».

fiaccometro ha detto...

Ma chi rappresenta questo Eric ?
Se stesso e nulla più.

Forza FORZA ITALIA, siempre.

Swan ha detto...

Certo un altra citazione potevate sceglierla.

write26 ha detto...

Questi politici lenolesi non finiranno mai di stupirmi, leggo le dichiarazioni rilasciate dal, suppongo, ex coordinatore del club di Forza Italia, che lamenta, direi impropriamente, il mancato sostegno del Presidente della Provincia alle ultime amministrative, lo racconta come un caso non isolato e cita alcuni precedenti dove il Presidente della Provincia ha privilegiato gli amici dell’UDC a sfavore dei forzisti lenolesi.

Io sinceramente non ci trovo nulla di strano, perché Cusani (che tutto potrebbe essere meno che scemo) avrebbe dovuto “scommettere” su un sindaco sostenuto dal PD? Che tra l’altro, in campagna elettorale, aveva lasciato intendere che avrebbe restituito la tessera?

Le indicazioni di Cusani non andavano nella direzione di un cartello elettorale targato PD/FI ma bensì verso la continuità, verso un alleanza in linea con le indicazioni del padrone di Mediaset e del partito, una coalizione che a Lenola avrebbe vinto le elezioni senza il minimo sforzo.

Non mi meraviglia questo “scivolone” in politica se ne fanno tanti, resto stupefatto dall’ingenuità dei forzisti lenolesi, portati a credere che Lenola è un paesino che fa provincia Marte, che il PdL a Lenola può essere diverso, un limbo dove dignità e l’intelligenza possono trovare spazi.

Ora ci dicono che cercheranno da altre parti quello che non sono riusciti a trovare con questa dirigenza, cosa significa? Che si iscriveranno al PdL di Frosinone? Purtroppo anche Frosinone non è su Marte!

errare humanum est, perseverare autem diabolicum. Ciao write26

write26 ha detto...

LETTERA APERTA……..VOGLIAMO CAPIRE (pubblicato sul blog “latuaopinione”)

Ai capogruppo del consiglio comunale di Lenola Orlando De Filippis e Pasqualino Guglietta

Il contrasto tra le due compagini consiliari è così accentuato da rendere incomprensibile a chi vive il paese la giusta collocazione della realtà anche di fronte alle faccende più banali (leggi parcheggio) non si capisce come questi due gruppi politici possano attribuirsi/rimproverarsi a vicenda meriti e negligenze sull’esito di questioni “raccontate” sistematicamente in maniera diametralmente opposta, è inaccettabile che Lenola non partecipi ai bandi di concorso che riguardano le realtà giovanili per non aver istituito in area consiliare l’organismo istituzionale competente, così come non è più tollerabile accreditare qualsiasi finanziamento all’impegno personale di un Assessore alla provincia o alla regione per due motivi: perché sarebbe politicamente scorretto e perché nel caso in cui un amministratore privilegiasse un comune a discapito di un altro porrebbe in essere la sussistenza di azioni perseguibili penalmente, millantarne il credito sinceramente è un idiozia che potrebbe, in un prossimo futuro, non essere più pazientata.

Questa confusione, quest’impossibilità di distinguere la buona dalla cattiva amministrazione, questa mancata trasparenza, questi assillanti annunci della Minoranza, mai provati, riguardo illeciti edilizi, riguardo costi esagerati nella realizzazione di opere pubbliche, riguardo ricorsi troppo frequenti a procedure d’urgenza non contribuiscono a fare chiarezza, e non permettono il germogliare di un pensiero collettivo razionale, virtuoso, indispensabile per lo sviluppo di un paese, in ultima analisi, nella concezione individuale, inficiano la sintesi politica riducendola al puro al mero spirito di appartenenza.

Con l’intento di capire e di restituire un ruolo aristocratico alla politica lenolese ora ridotta al “pettegolezzo” in sintonia con le richieste di alcuni lettori di questo blog chiediamo ad entrambi i gruppi consiliari un incontro pubblico da tenere presso il cinema Lillà per rispondere a domande specifiche che il blog “latuaopinione” intenderebbe porre alla vostra attenzione e nel contempo far chiarezza riguardo le perplessità che in diretta la platea potrà manifestare (è inteso che le questioni alle quali il Blog vi inviterà a rispondere vi saranno comunicate pubblicamente e preventivamente)

A tale scopo, invitiamo i capigruppo di entrambe le compagini consiliari e i rappresentanti dei partiti presenti sul territorio ad una riunione ristretta, da tenere in uno spazio comunale, per stabilire regole, modalità, tempi, cronologie, partecipanti.

In attesa di una vostra cortese risposta cogliamo l’occasione per porgerVi i nostri più cordiali saluti.

minny ha detto...

"La maggioranza ha ricusato tutti i punti della mozione presentata dalla minoranza con la quale quest'ultima richiedeva al sindaco di rimuovere dall'incarico il responsabile dell'U.T. e l'assessore ai lavori pubblici".
Ma come!!!!!Una discussione importante come questa ce la liquidate dicendoci "la minoranza ha voluto trovarci qualcosa di ambiguo per dirottarne l'attenzione"???Io direi di spiegare punto per punto,anche perchè il consiglio comunale è stato poco seguito.Diteci...quali sono state le motivazioni che vi hanno indotto a votare contro la mozione??

Orlando D.F. ha detto...

Caro Write condivido la tua analisi rispetto alle dichiarazioni di Nardoni. Sono rimasto alquanto perplesso del fatto che si portano notizie ufficiose di telefonate riguardanti altre persone per giustificare le proprie debolezze politiche e argomentative. Per esempio si dimentica il Nardoni che proprio 2 "eminenti" personaggi di F.I. (oggi alleati del P.D.) si schierarono con la lista Cusani e contro Germi Guglietta, candidato alla Provincia di F.I.
Per quanto riguarda l'incontro da farsi, per preparare un dibattito in un locale pubblico, sono disponibile a sentire le vostre proposte. Fatemi sapere. Buona sera! Orlando De Filippis.
Dimenticavo: Se non si partecipa al consiglio comunale come si potrà capire la situazione? Poi, sembra di capire che Minny abbia partecipato e, nonostante ciò, rispetto alla Mozione della Minoranza, pone domande alle quali sono state date risposte esaurienti. Si vuole giocare? Ciao

minny ha detto...

Ti pare se mi metto a giocare!!!Le vostre risposte esaurienti le ho sentite,ma,visto che avete fatto il post,sarebbe preferibile dirle anche agli altri cittadini che non hanno partecipato al consiglio.Io sinceramente non le ho trovate molto esaurienti ma bensì,molto poco esaustive nel merito.
Ciao

write26 ha detto...

Gentile Assessore De Filippis la sua disponibilità non mi sorprende, quando si condividono i trascorsi, anche se in contesti territoriali diversi, la sensibilità rispetto le problematiche sociali è tale da superare qualsiasi barriera e su queste “nostre” passate esperienze dobbiamo iniziare a costruire un concetto diverso di’intendere la politica, un nuovo sviluppo della “cosa pubblica” teso a valorizzare le sinergie presenti nel nostro territorio, capace d’interpretare i nuovo concetti dell’economia globale senza trascurare le categorie più deboli: gli anziani e le nuove generazioni.

Un processo difficile ed impegnativo, basato sulla partecipazione attiva, che inevitabilmente deve coinvolgere tutte quelle forze sane presenti nel paese necessariamente spogliate dai vecchi retaggi e dai desideri di rivincita, quanto le sto prospettando caro Assessore non è poco, è una sfida a medio termine, e Lei sa meglio di me che, volendo o non volendo, prima o poi, dovremo accettare.

Meglio attrezzarci subito……….non crede?

Fiduciosi nella disponibilità del gruppo di Minoranza per l’incontro pubblico, sarà nostra cura (blog latuaopinione) organizzare, pianificare, gestire questa assemblea serenamente, con l’auspicio che vada oltre il fare chiarezza e con la speranza che possa rappresentare la “pietra miliare” di un concetto moderno di democrazia partecipativa che non significa smorzare il dibattito ma renderlo propositivo privo di pregiudiziali e aperto a qualsiasi soluzione.

Un forte, sentito, fraterno abbraccio Vladimiro De Santis

fiaccometro ha detto...

Eric abbandona Forza Italia???

CHE GRANDE PERDITA !

erik ha detto...

caro orlando
non mi dimentico affatto che due eminenti rappresentanti di forza italia alle ultime provinciali abbiano votato per cardogna infati nell'articolo che qui è stato pubblicato c'è scritto che"... Sottotraccia,
però, quest'ultimo orienta
i voti del partito verso il rappresentante
di una lista non ufficiale ,
la 'lista Cusani', l'itrano Cardogna."
ma comunque come ben sappiamo la verità è sempre una anche se ha diverse chiavi di lettura a seconda di chi la legge.
per quanto riguarda poi il fatto che sempre questi due eminenti forzisti oggi siamo seduti nei banchi della minoranza alleati con il pd ti ricordo che fino a pochi anni orsono tu eri l'esperssione massima del comunismo a lenola e che oggi stai seduto in maggioranza con udc fi an.....che sei stato vicesindaco insieme a forza italia e che perciò come tu hai cambiato alleati , anche gli altri possono cambiarli. non mi sembra una cosa così strana.
in conclusione visto che ci siamo visti di persona lunedi 9 avrei preferito che di queste tue riflessioni me ne facessi partecipe a voce...spero con questa risposta di aver chiuso la questione
un abbraccio

erik ha detto...

caro orlando
non mi dimentico affatto che due eminenti rappresentanti di forza italia alle ultime provinciali abbiano votato per cardogna infati nell'articolo che qui è stato pubblicato c'è scritto che"... Sottotraccia,
però, quest'ultimo orienta
i voti del partito verso il rappresentante
di una lista non ufficiale ,
la 'lista Cusani', l'itrano Cardogna."
ma comunque come ben sappiamo la verità è sempre una anche se ha diverse chiavi di lettura a seconda di chi la legge.
per quanto riguarda poi il fatto che sempre questi due eminenti forzisti oggi siamo seduti nei banchi della minoranza alleati con il pd ti ricordo che fino a pochi anni orsono tu eri l'esperssione massima del comunismo a lenola e che oggi stai seduto in maggioranza con udc fi an.....che sei stato vicesindaco insieme a forza italia e che perciò come tu hai cambiato alleati , anche gli altri possono cambiarli. non mi sembra una cosa così strana.
in conclusione visto che ci siamo visti di persona lunedi 9 avrei preferito che di queste tue riflessioni me ne facessi partecipe a voce...spero con questa risposta di aver chiuso la questione
un abbraccio

Orlando D.F. ha detto...

Caro Erik, ne basta una sola di risposta! A parte gli scherzi io non contesto la legittimità di chi vuol cambiare schieramento! Io dico che nel contesto da te affrontato (Cusani!)non puoi ignorare che se alcune situazioni sono accadute (vedi perenne spaccatura di F.I.) è perchè ci sono persone, del tuo schieramento, in costante ricerca di incarichi e poltrone. Non è certo colpevole Cusani di ciò che è accaduto a Lenola nel passato e alle elezioni dello scorso anno. Mi dici che dovevo parlartene a voce ! Innanzitutto non avevo ancora letto il tuo comunicato. Altrimenti ne avrei parlato con te senza problemi. Poi, quando un fatto diventa di dominio pubblico, preferisco fare le mie osservazioni "in pubblico"! Il tuo riferimento al Comunismo è fuori luogo! Oggi, caro amico, ci dobbiamo misurare con i problemi della modernità con spirito libero e con il massimo impegno. Le ideologie dell'800 e '900 sono morte e sepolte. Non esistono ricette confezionate e buone per ogni stagione! Alcuni valori fondamentali vanno però sempre difesi: E' quello che nel mio impegno di lavoro quotidiano tento di fare . E dai risultati che ottengo, in termini di stima e fiducia di centinaia di lavoratori, a me pare di riuscire. Con questo condivido anche l'auspicio del caro amico Vladimiro. Bisogna scegliere da che parte stare. Io , nonostante la caduta del MURO e nonostante la scomparsa di antichi (e per certi versi gloriosi!) partiti di massa, ho scelto di stare con la parte più debole della nostra società. Con stima: Orlando De Filippis.

erik ha detto...

Carissimo Orlano,
sai benissimo che io ho una profonda stima nei tuoi confronti, e che ti riconosco come una delle poche menti politiche di eccellenza a Lenola .
E ti credo sulla parola se dici che lunedì quando ci siamo visti non avevi letto il mio articolo su Latina Oggi ,preciso anche che non so chi ha messo il mio articolo sul vostro blog,ma visto che sono stato tirato in ballo ho dovuto rispondere.
Mi sembra anche giusto il tuo riferimento al fatto che nel 2009 ognuno sia libero di sedersi nello schieramento politico che più lo convince ,e la mia non era una critica ma una costatazione di ciò, e questo assunto giustifica che alcuni tesserati di Forza italia con il consenso del coordinatore provinciale l'On Claudio Fazzone si siano perciò alleati con alcuni esponenti del pd in una lista civiva.
In tutto questo sappiamo benissimo cosa ha fatto Cusani e chi ha prestato il fianco alle sue si è reso complice dello smembramento del partito di Forza Italia a Lenola .
Purtroppo non è la prima volta che succede F.I porta in seno un peccato originale che parte da lontano e fa in modo che nelle amministrative si spacchi,per poi riunirsi per le altre tornate elettorali e puntalmente rispaccarsi alle amministrative successive. E questa è la dimostrazione che la politica nel nostro territorio sia cannibalizata dal potente di tutno per i suoi interessi e non quelli più alti della nostra collettività, per questo noi chiudiamo il club con molto dispiacere .

chiudo sperando che tutto sia chiarito,ma comunque tra di noi non c'era niente di strano da chiarire .
con rinnovata stima
erik

kecca ha detto...

Stma di qua e stima di la, fatto sta, che Forza Italia sta chiudendo a Lenola. Mi fa molto piacere

la clessidra ha detto...

Caro Eric,
ritengo che la vostra decisione di chiudere i rapporti con Forza Italia non possa che farvi onore. Mi sarei, forse, aspettato altre e più celeri prese di coscienza, che avessero tenuto conto, non solo delle subdole macchinazioni partitiche di cui il duo Fazzone-Cusani si è distinto in questi anni, ma delle ben più gravi responsabilità politiche, oggettivamente deducibili da questi 5 anni di amministrazione Cusani.

Quale programma la Provincia ha realizzato in questi anni ?

Nell’attesa che qualcuno me lo venga a dire, non faccio altro che registrare fallimenti politici su tutte le questioni riguardanti lo sviluppo sociale, economico, industriale e ambientale.
E tutto questo aggravato da una situazione geo-politica che vede la Provincia di Latina completamente avulsa dalle realtà politiche che la circondano, isolata rispetto alla Regione Lazio, a causa delle costanti ostilità e critiche mosse al suo indirizzo dal famoso duo Fazzone-Cusani, che dando prova di totale assenza di senso delle istituzioni, credono di poter istituire una sorta di
“Stato pontino”,
contro tutto e contro tutti.

Spero sinceramente che questa vostra SVOLTA, nel contribuire a dar vita ad una nuova alba nel nostro paese, venga utilmente accompagnata da una progettualità, da un modo di agire ed intendere la gestione della cosa pubblica profondamente diversi dal passato, partendo essenzialmente dal “basso”, attraverso un concreto e disinteressato coinvolgimento dei cittadini.

Personalmente, è su questa strada, che insieme ad altri “illuminati” amici, stiamo provando ad incamminarci, non senza difficoltà, spesso derivanti da rancori personali, pregiudizi e campanilismi, che abbiamo l’obbligo di superare, in nome di interessi più nobili e più importanti per il futuro di tutti.

Un sincero saluto

PPP meccanica ha detto...

Movimento per la Sinistra
Coordinamento Intercomunale Fondi-Lenola-Monte San Biagio- Sperlonga


A tutti i Compagni e le Compagne, Simpatizzanti ed interessati,

Comunichiamo che si terrà a Fondi (LT) Venerdì 20 marzo ore 17.30 presso la sala "Tom Benetollo" nei locali dell'ass. "Murales" - arci in via ponte galgiardo 33,
Il lancio del Movimento per la Sinistra di Fondi, Lenola, MS Biagio e Sperlonga.

Parteciperà all'iniziativa l'Assessore al Bilancio ed alla partecipazione della Regione Lazio on. Luigi Nieri.