mercoledì 23 gennaio 2008

27 GENNAIO GIORNO DELLA MEMORIA - 23 GENNAIO GIORNATA DEL RICORDO LENOLESE

DUE DATE DA NON DIMENTICARE

Il 27 gennaio si celebra in tutta Italia il GIORNO DELLA MEMORIA "in ricordo dello sterminio e delle persecuzioni del popolo ebraico e dei deportati militari e politici italiani nei campi nazisti".

Il 23 gennaio 1944 un violento bombardamento distrusse il centro storico di Lenola e causò la morte di 58 persone.

Queste date devono sempre essere tenute a mente, soprattutto dalle generazioni che gli orrori delle deportazioni, della guerra e delle sue conseguenze non hanno vissuto in prima persona, per ricordarci ciò che è stato e che non deve accadere più.
Sono due date che rappresentano un invito a rafforzare i princìpi di uguaglianza ed a rinvigorire il sentimento di solidarietà, un monito perchè non ci siano più discriminazioni razziali e a non aver paura di chi ha il colore della pelle diverso dal nostro.
Elementi fondamentali, cardini insostituibili per la costruzione di un mondo senza più guerre.

W LA PACE.

IL SINDACO
Gian Battista De Filippis

91 commenti:

Anonimo ha detto...

ALLE FRONDE DEI SALICI-
DI S. QUASIMODO

"E come potevamo noi cantare
Con il piede straniero sopra il cuore
fra i morti abbandonati nelle piazze
sull'erba dura di ghiaccio, al lamento
d'agnello dei fanciulli, all'urlo nero
della madre che andava incontro al figlio
crocifisso sul palo del telegrafo?
Alle fronde dei salici, per voto,
anche le nostre cetre erano appese,
oscillavano al triste vento"
...rabbrividisco a queste parole, che orrore è la guerra!
Non ricordiamocelo solo in questo periodo!

Anonimo ha detto...

I nomi dei caduti dei vari bombardamenti sono scritti sul monumento nel parco della Rimembranza.
Andiamo a leggerli in segno di rispetto.

di lenola ha detto...

Donne, uomini, bambini.....
Un abbraccio nel ricordo.

buitre ha detto...

mai più

Anonimo ha detto...

Grazie, anonimo delle 13,19, mi è venuta la pelle d'oca!
Quando andavo al liceo, partendo da questa poesia meditammo molto sugli orrori delle guerre che "azzittiscono anche i poeti..." Spero ci siano tanti insegnanti,"illuminati" come lo fu il mio che, almeno in questi giorni, facciano lo stesso.
PACE, PACE, PACE

backbone ha detto...

Mettiamo dei fiori in tutti i cannoni.

gruppo di maggioranza ha detto...

AFFINCHE' IL LORO SACRIFICIO NON SIA STATO VANO,
PER RADICARE NEGLI UOMINI AUTENTICI SENTIMENTI DI PACE (...) PERCHE' NON ABBIANO PIU' A CONOSCERE SIMILI MOSTRUOSITA'.
(tratto da "Scarupatu")

Anonimo ha detto...

sul quotidiano "Latina Oggi" odierno c'è scritto che un gruppo di 19 giovani delle scuole medie di minturno sono partiti per Auschwitz con un progetto finanziato dalla regione e presentato dall'ass. alla cultura della provincia.

invece delle chiacchere e delle belle parole, non sarebbe stato opportuno che il nostro assessore alla provincia prof. Tatarelli avesse coinvolto anche i giovani del nostro comune in questo viaggio educativo?

o lui e voi siete solo impegnati a far arrivare soldi per parcheggi e cessi pubblici?

siccome è il secondo anno che perdiamo questa occasione è meglio che rimaniamo in silenzio.

che la MEMORIA non ci inganni!!!

Anonimo ha detto...

E' inaudito come si arrivi a speculare anche su questo.

write26 ha detto...

Purtroppo non è inaudito è diventato normale le disgrazie altrui sono ormai una forma d'intrattenimento ad alto audiance basta guardare la TV non trovi?
Chissà dove andremo a finire. Ciao e un abbraccio

la casta lenolese ha detto...

io ho memoria di quello che avete combinato a Lenola negli ultimi vent'anni , avete instaurato un potere oligarchico in mano a poche famiglie , chi si è messo in mezzo è stato travolto da una gogna giuridica e mediatica .

Clandestino ha detto...

"Siamo quello che facciamo e soprattutto quello che facciamo per cambiare quello che siamo"

r.g. ha detto...

Onore agli ebrei perseguitati, ai militanti politici, agli zingari. Il loro sacrificio deve spingerci ad essere più buoni e a condannare ogni forma di razzismo.

Anonimo ha detto...

Per Write 26.
Sono l'anonimo delle 16,42 del 24. Non vorrei che le mie parole siano state male interpretate. Mi riferivo al collega anonimo che su questo post ha approfittato per imbastire la solita polemica stupida.

slip ha detto...

Alla Casta Lenolese le è andato storto qualcosa negli ultimi 20 anni.
Vero??????

La Campagnola ha detto...

Ma voi della maggioranza e peppino tatarelli, assessore alla provincia(visto che questo ente che lo deve autorizzare) cosa ne pensate dell'impianto di sterza piana?

GERONIMO ha detto...

Campagnola, come sei ingenuo. Pensi veramente che a pochi mesi dalle amministrative la maggioranza e il "buon peppino" si espongano a chiarirti le idee?
Ma non hai seguito quanto è successo in questi mesi con la grottesca e vergognosa vicenda del Tappo?

Ricordati che l'unica cosa che interessa a questi signori è la corsa al potere per il potere.
Le nefandezze che noi cittadini siamo costretti a sorbire a causa del loro mal governo non fanno più clamore nell'opinione pubblica.
Assistiamo ad una sorta di assuefazione da parte del cittadino, dovuta al ripetersi sistematico di atti immorali, che diventano consuetudine.
Ricalchiamo anche nel nostro piccolo la vicenda "Mastella" che ha portato, in virtù del suo indicibile modo di concepire la politica, alla caduta(per fortuna!) del governo.

Anche noi a Lenola subiamo la pochezza morale dei politici dalla doppia "L".

GERONIMO ha detto...

...Così come ad acqualatina!

sioux ha detto...

Caro Geronimo, queste cose perchè non hai il coraggio di affermarle firmandoti chiaramente?
Te lo dico io perchè non lo farai mai. Tu non avrai mai il coraggio di firmarti perchè le stronzate non si possono sostenere nell'ambito di un regolare confronto. Le pesanti accuse di atti immorali potrebbero ritorcersi contro di te che seduto comodamente su una sedia usi questo strumento per infangare la gente onesta. Ti ricordo che una persona non è disonesta sol perchè la pensa diversamente.
Se vuoi essere pesante nel giudizio, firmati e assumiti le tue responsabilità.
Agli altri che leggono, faccio presente con chi si ha a che fare qui a lenola. Questa è gente che la finirà di offendere soltanto con un'altra sonora sconfitta.

minny ha detto...

Cosa ha detto di tanto grave Geronimo?Non mi sembra sia andato tanto oltre con la fantasia!!

Anonimo ha detto...

Chi ha questioni personali è l'ultimo a poter parlare.
Sarà il caso di Geronimo, di Minny e di qualcun altro.

minny ha detto...

N'ata vota!!!!L'ultimo a dover parlare,secondo me,è colui che non conosce la differenza tra questioni private e questioni amministrative, inoltre, caro anonimo, ti sento un tantino nervoso...lasciala stare la politica ed impara a commentare con la testa, non con la lingua.Ti saluto

Alfredo ha detto...

Una semplice domenda all'amico Gianni , ma si può sapere che fanno questi di Forza Italia ?

write26 ha detto...

Perché, rispettosamente, non spostiamo questo ragionamento su un post più adeguato, in attesa che il Sindaco si degni di pubblicarne uno a tema, anzi diciamo che uno già c’è, quello del calendario con le informazioni della raccolta differenziata, o forse debbo pensare, con un pizzico di provocazione, che questa amministrazione, riguardo l'inquinamento, non sa andare oltre un calendario? Write26

backbone ha detto...

Mi sembra che il calendario è a coronamento di tutta una organizzazione che c'è dietro. O no?

romano de roma ha detto...

A Write26, dicce na cosa che te stà bene. Na cosa sola, UNA SOLA, per il piacere de noi antri.

Anonimo ha detto...

Da Gianni io vorrei sapere solo una cosa.
Ti ricandidi o dobbiamo credere a quell'articolo di stampa di qualche settimana fa??

la poltrona è mia , solo mia ha detto...

Stiamo ancora a questo ?!?!? e sono vent'anni che prima delle elezioni il nostro inossidabile giannino minaccia di non candidarsi ......e poi regolarmente si ripresenta , il solito film ....
LA POLTRONA PRIMA DI TUTTO , A OGNI COSTO , SEMPRE SEMPRE SEMPRE LEI L'UNICA COSA CHE CONTA VERAMENTE

Anonimo ha detto...

Penso che Gianni abbia fatto capire che alla poltrona ci tiene. Non ad essa in quanto potere, ma perchè gli piace veramente essere primo cittadino di Lenola...almeno credo!!
Quindi la domanda è : lo candidano o lo sacriferanno per Bearzot?
....mi sa la seconda che ho detto!!!

Anonimo ha detto...

Alla.......

p. nappa ha detto...

Un consiglio per Raffioli.
Te ne devi andare in pensione e candidarti a Sindaco.
Ti voteremo a te e come vice Bearzot.

p. nappa ha detto...

assessori Peppu Labbadia, Angiulinu, Stivalone e Peppu Mazza Tosta.

Anonimo ha detto...

La casta lenolese si sta preparando per far fuori st'ignorantoni politicanti.

Anonimo ha detto...

PER MI DOMANDO?? CHE HA SCRITTO:

......Se questo scempio non ricade nel comune di Lenola ma in quello di Campodimele, cosa può fare l'amministrazione di Lenola per opporsi?......

......Si vogliono dare delle colpe all'attuale amministrazione anche in questa circostanza?.....

MI SEMBRA CHE IL MINIMO CHE UNA AMMINISTRAZIONE POSSA FARE E' DIFENDERE I PROPRI CITTADINI A PETTO IN FUORI IN TUTTE LE SEDI (REGIONE COMPRESA).
TU INVECE PROPONI CHE OGNUNO DEI CITTADINI CHE POTREBBERO ESSERE DANNEGGIATI SI DIFENDA DA SOLO PRESSO LA REGIONE.

NON C'E' CHE DIRE: UN BEL CORAGGIO!!!

MA SI SA, A LENOLA CI HANNO ABITUATO COSI' ORAMAI!!!!!!

BUONA FORTUNA.

giusto ha detto...

Giusto. In questo periodo tutto fa brodo

buitre incazzato ha detto...

una semplice domanda al signor sindaco di lenola:
puo' il comune di lenola costituirsi parte civile contro i dirigenti di acqualatina,
rei secondo quanto letto sui quotidiani di essersi abbuffati a danno degli utenti?
lei che tanto ha sbandierato le iniziative fatte, prenda carta e penna e vendichi i suoi cittadini, costretti a fare i salti mortali per avere un pò d'acqua.
dimostri ora che i gesti fatti in precedenza non sono frutto solo di demagogia.
tiri fuori il coraggio di p....
un affettuoso abbraccio

Mi ridomando ha detto...

Forse non mi sono spiegato bene, proviamo con un esempio più pratico.
Per la questione Acqualatrina, tempo fa si accusava il sindaco, giustamente per carità, di non volere andare contro i poteri forti della sua coalizione politica ( come poteva un sindaco di centrodestra andare contro una società gestita dal centrodestra?). Ora la minoranza fà lo stesso;come può andare contro chi ha deliberato a favore dell'impanto quando questi sono signori del centrosinistra? La regione è amministrata dal centro sinistra, giusto?
Quello che mi chiedo, da ignorante in materia quale sono, è questo: cosa può fare il nostro comune se il progetto è gia stato approvato e non rientra nemmeno nel territorio di sua competenza?
A che cosa serve la lettera fatta dalla minoranza all'amministrazione?
Non era più logico rendere partecipe l'amministrazione ed insieme fare un esposto alla procura oppure andare direttamente alla regione a chiedere spiegazioni?
Caro anonimo non è che a Lenola siamo abituati cosi;il fatto è che siamo abituati a dare colpe agli altri anche quando non ne hanno e tutto per metterlo in difficoltà, poi quando alle porte ci sono le elezioni...apriti cielo!!!

copia e incolla ha detto...

LETTERA TRASMESSA IN DATA 05/12/2007, PROTOCOLLO N° 5017.



AL SIG. PRESIDENTE
DELLA SOC. ACQUALATINA
Sen. Claudio Fazzone
Latina Fiori, Viale P.L. Nervi
04100 L A T I N A

OGGETTO: Emergenza idrica a
Lenola - Istanza di indennizzo


Come risulta alla S.V. e come manifestato dal sottoscritto nelle varie riunioni tenutesi nelle sedi provinciali, il territorio di questo comune è stato interessato da grave carenza idrica che ha causato enormi disagi a tutta la popolazione con seri rischi riguardanti la salute pubblica. Non si contano gli episodi di sdegno e riprovazione da parte degli utenti ai quali è risultato e risulta incomprensibile la mancanza di un servizio primario adeguato alle loro esigenze.
Il sottoscritto ha fatto altresì presente il rischio collegato all'ordine pubblico in quanto la popolazione appare stremata e fortemente irritata da una condizione di eccessivi sacrifici.
A ciò va aggiunto un ulteriore danno, di natura economica, generato dal continuo uso degli autoclavi dei serbatoi che i privati sono stati costretti ad installare e ad utilizzare, che ha comportato un notevole aumento del consumo di energia elettrica.
Pertanto, alla luce di quanto esposto, chiedo alla S.V. di esaminare il nostro caso nella maniera più opportuna esonerando gli utenti di Lenola dal pagamento delle bollette per tutto il periodo dell'emergenza e rimborsando le quote già versate.
Solo una decisione in tal senso potrà fare giustizia di tutte le privazioni sopportate dai miei concittadini ricreando una speranza di naturale collaborazione e fiducia reciproca.
Nel ringraziare per l'attenzione e confidando in una risposta tempestiva, si inviano distinti saluti
IL SINDACO
GIAN BATTISTA DE FILIPPIS






LETTERA TRASMESSA IL 6/12/2007 PROT. 5044


- AL GARANTE DEL SERVIZIO IDRICO INTEGRATO DEL LAZIO
R O M A

- AL CODACONS SEDE DI LATINA

- ALL'ADICONSUM SEDE TERRITORIALE DI GAETA

- E, P.C. ALL'ASSESSORE TUTELA DEI CONSUMATORI DELLA REGIONE LAZIO

OGGETTO: Emergenza idrica - Richiesta di intervento.


Il territorio di questo comune è stato interessato da grave carenza idrica che ha messo a dura prova la sopportazione dei cittadini, arrecando seri rischi a livello sanitario ma anche di ordine pubblico.
A partire dal mese di ottobre la portata di acqua è notevolmente diminuita giungendo al di sotto dei 10 litri di acqua al secondo da dividere per tre comuni (oltre a Lenola, Vallecorsa e Castro dei Volsci in provincia di Frosinone) quando la normalità è di molto superiore ai 30 litri.
Ciò ha comportato enormi disagi, inasprendo gli animi tra la popolazione fortemente irritata da un disservizio iniziato nel periodo estivo, però manifestatosi in tutta la sua drammaticità da mese di ottobre.
La Soc. Acqualatina ha predisposto un servizio sostitutivo con autocisterne per alimentare direttamente il serbatoio pubblico. Ma ciò ha consentito soltanto una modesta distribuzione idrica, di circa un'ora al giorno, rivelatasi assolutamente insufficiente a servire tutto il territorio.
Proprio per questo crediamo che i cittadini vadano indennizzati per le difficoltà patite e per l'aggravio di spese sostenute, a favore dell'Enel, per l'uso degli autoclavi dei serbatoi privati costretti ad utilizzare, quando è possibile.
Si fa presente che in data 5/12/2007, il sottoscritto ha inviato apposita richiesta in tal senso alla Società Acqualatina, che si allega in copia.
Rivolgo pertanto l'invito alle SS.LL. di appoggiare con i propri mezzi a disposizione la nostra richiesta al fine di tutelare i consumatori.
Si resta in attesa di conoscere eventuali iniziative che le SS.LL. vorranno intraprendere o che possano essere intraprese in accordo con questa amministrazione comunale.
Confidando in un benevole accoglimento della presente, si inviano distinti saluti.

IL SINDACO
GIAN BATTISTA DE FILIPPIS

10 dicembre 2007 21.40

buitre incazzato ha detto...

forse costituirsi parte civile, è un pò diverso caro sindaco. le letterine di natale esauriscono i loro effetti ben presto e lei lo sa bene. citare un ente è un'altra cosa. si consigli con i legali del comune ed otterrà risposte in tal senso.
un abbraccio affettuoso

lenola.it ha detto...

Salve, da oggi è possibile ascoltare Radio Lenola su www.lenola.it. Buon ascolto!

giusto ha detto...

'nci va bbonu mai nu caxxx a chissi.

Anonimo ha detto...

Facet' rmanè jù munnu com' stà.

romano de roma ha detto...

A Già facce vede chi ssei.......

buitre incazzato ha detto...

signor sindaco,
non vorrei diventare petulante come qualcuno lo è stato a riguardo del chiosco.
le rifaccio la domanda,
può il comune di lenola costituirsi parte civile contro acqualatina rea secondo quanto riportato dai giornali di aver aumentato le bollette agli utenti al solo scopo di risanare bilanci pieni di buchi?
non mi risponda con la letterina a babbo natale in copia-incolla.
un abbraccio

Anonimo ha detto...

Come è strano il mondo! Adesso la colpa dell'impianto a Campodimele è di Peppino!! Bella trovata. Ecco il motivo dell'inconcludenza dei sapienti del Centrosinistra! Non durano al Governo oltre i 20 mesi!!
E lo sapete perchè? Perchè sono sempre alla ricerca di qualcosa che non c'è!
Se la colpa è di Peppino perchè i vostri amici e compagni alla Provincia non presentano una interrogazione al presidente Cusani??
Qui casca l'asino!!
Non si vuole far sapere alla gente la verità ma speculare su un problema , addirittura di un altro Comune, per ottenere improbabili consensi elettorali!!
Sapete cosa vi dico?: Andate a lavorare!! ....Set' Ross' e Rass?!!
Napoleone.

Anonimo ha detto...

sicuramente la colpa non è di peppino, però mi spiegate per quale motivo non volete che nemmeno i nostri amministratori si espongano nelle sedicompetenti per difendere i cittadini di lenola?

certo questo è molto strano....e qui non c'entrano nulla le elezioni!

Bearzottissimo for President ha detto...

Gianni è inutile che ti appropri sui giornali dei meriti dell'Assessore Guglietta Pasqualino !!!!!!!!!!!!!
Come nei lontani mondiali dell'82 il grande Bearzot riuscirà a sovvertire ogni pronostico vincendo le elezioni di primavera !!!!!!!!!!!!

Anonimo ha detto...

Scusatemi tanto, ma siete tutti sicuri che questo impianto produrrà veleni, per l’ambiente?
Perché ci fasciamo la testa prima di romperla?
Di colpo siete diventati tutti esperti del settore, mi pare di stare in Campania, nessuno vuole le monnezza ma tutti la buttano per strada.
Ai tempi di oggi con tutte le leggi sull’inquinamento crediate che l’ASL autorizzi la messa in funzione di un impianto senza verificarne le giuste regole?
Io non sono di destra,tanto che mi sta abbastanza sul.c…… quella persona che voi tanto acclamate in provincia, ma chiedo ,possibile mai, se qualcuno volesse creare un’attività ,anche solo assumendo 2 operai, questa deve essere criminalizzata e che cavolo, poi si dica tutti vogliamo i posti dietro una scrivania.
Pensate piuttosto a qualche frantoio di Lenola, che gira per tutto il territorio con un trattore scaricando le acque di qua e di la altro che puzza, seguitelo, voi dei Verdi vedete dove scarica l’acqua e poi rispondetemi.

Anonimo ha detto...

I piccoli borghesi stanno tutti, o quasi , nel Centrosinistra e nei verdi!!
Sono sempre i primi a scaldarsi sui problemi ma mai nessuno rinuncia alle comodità! Che significa ENERGIA! Come si produce energia? Con vari carburanti naturali o artificiali i quali con la combustione emettono particelle nell'aria! Non vogliamo l'energia con sansa di ulive? Cosa cambia se utilizziamo altri prodotti?
Allora cari amici non potete rispondere che con il solare soltanto si risolvono i problemi!
Ci vuole ben altro!
Poi vorrei vedere se i nostri cari ALTERNATIVI nelle loro case hanno dei pannelli solari!!?? E' coerenza questa? Io credo di no!
Un saluto :Nepeppo.

write26 ha detto...

Caro Nepeppo,
Berlusconi dice che tutti i coglioni stanno nel centro sinistra io non ci credo e tu?
Anzi ti dirò, da quando partecipo alle discussioni su questo Blog ho maturato l’idea opposta.
Non si sta ragionando su niente, perché questa maggioranza si rifiuta di affrontare una discussione, congiuntamente alla ASL di Latina, riguardo la distanza che deve avere dalle case uno stabilimento, realizzato allo scopo di lucro, produttore di biomasse, ottenute attraverso la fusione a caldo tra sansa e residui legnosi, per non recare danni alla salute di chi vive nelle immediate vicinanze.
Il tutto patrocinato da un ex sindaco, condannato per falso ideologico, sotto la supervisione di un ingegnere fratello del sindaco medesimo.
Nel progetto è inclusa anche la realizzazione di un punto di raccolta per materiale plastico (equivale a mettere nello stesso recinto le pecore con i lupi)
L’energia alternativa non c’entra nulla.
Sono un uomo di mondo, capisco che tra “simili” non ci morde, ma non superiamo i limiti della decenza.
Per te sempre un affettuoso saluto write26

Anonimo ha detto...

Caro Write26 a me sembra che tu ed altri ragionate con la testa nel passato! Chi strilla di più non significa che abbia per forza ragione! E' finito quel tempo!!
Siamo in uno stato di diritto e si è innocenti fino a condanna definitiva!
Fate troppo chiasso basandovi su presupposti sbagliati. Con un caminetto alla sterzapiana, che ancora non si sa se partirà, volete creare un allarmismo indecente. accusando questo o quello!
Io vi chiedo di far presentare una interrogazione, dai consiglieri di centrosinistra, al Presidente della Provincia Cusani e al Presidente Marrazzo!! Perchè non lo fate? Fate l'interrogazione al Sindaco di Lenola per quale motivo?
Solo per strumentalizzare!! Ma questi giochetti sono fin troppo infantili e sciocchi.
Se l'impianto non è regolare ci devono pensare gli orghani dello stato e l'ASL! Non il Sindaco di un altro Comune!
Fin quando la politica scadrà a questi livelli non ci sarà nulla di buono per nessuno!
A proposito di imbecilli ti posso assicurare che essi sono presenti in massa in ogni schieramento politico!
La cosa importante è non andare al loro seguito!
OK!! Ciao Nepeppo.

Anonimo ha detto...

Organi -
Scusate! Nepeppo

write26 ha detto...

Caro Nepeppo chi ci legge capisce da solo, che dire, non sono affatto d’accordo con te.
Ciao e buona serata write26

minny ha detto...

Un applauso a tutta la comunità giovanile di Lenola per l'organizzazione del carnevale.I carri allestiti sono molto belli...complimenti!!Un simpatico saluto

LA DOPPIA L!!!!!!! ha detto...

Attenzione ai politici dalla doppia "L"!!!!!

Anonimo ha detto...

geronimo ha detto...
X Sig. Write

DOMANDA:
Secondo Lei, da attento osservatore delle cose lenolesi, che differenza passa tra Lenola e Ceppaloni?

Mi indichi almeno 1 punto sul quale il nostro paese possa concretamente fregiarsi di una superiore moralità.

PS. Aver aiutato il proprio paese, comunque, non avrebbe significato, per il caro Pietruccio, essere un disonesto!!
...Ma una persona attenta alle condizioni di vita dei propri concittadini, aldilà dei soliti favoritismi.

...Volare insieme, alle giuste altezze!!!
...non per chiedere favori, ma il rispetto dei diritti!!!

GERONIMO

write26 ha detto...

Caro Geronimo, sto accusando il colpo, non infierire.
Un saluto sincero write26

Anonimo ha detto...

Di chi è l'acqua?


Rieccoci a parlare di quel liquido incolore e insapore necessario alla sopravvivenza degli esseri viventi della Terra. Per tale motivo, l’acqua si può definire un bene comune a cui tutti devono avere diritto di accesso. Ma chi lo dice che non ha colore? Chi lo dice che non ha sapore? Di questi tempi dopo che lo scandalo giudiziario si è abbattuto su “Acqualatrina SPA” difficile credere che quell’acqua trasportata quotidianamente dalle autobotti a Lenola non abbia un colore torbido. Emerge il sapore amaro dalle parole del Comitato spontaneo di lotta contro l’Acqualatina che chiama i cittadini a mobilitarsi: “E' necessario intensificare la lotta, neanche più un euro deve essere versato nelle casse dell'attuale gestore idrico, visto che con i nostri soldi hanno alimentato un sistema che di legale non ha nulla: appalti concessi senza gara, costi delle opere da realizzare quintuplicati, fondi neri probabilmente per pagare politici per garantirsi l'impunità, incarichi per decine di migliaia di euro concessi a persone riconducibili a partiti "amici". Ed a pagare questo spreco di denaro pubblico veniva chiamato sempre il cittadini, dalle cui tasche sono state prelevate negli anni miglia di euro, perché tra l'altro venivano garantiti aumenti delle tariffe senza che venisse garantito un servizio efficiente”.

A questo punto le domande si moltiplicano.
Qualche domanda vorrei farla al sindaco che si è limitato a esternare i disservizi che stanno colpendo Lenola con una misera lettera di deplorazione.
Quando tempo si dovrà aspettare ancora prima di fuoriuscire dalla gestione idrica criminale di Acqualatina e recuperare la dignità perduta in questo paese? Da bravi vassalli state aspettando il via libera dei vostri superiori in provincia?
“Perché aprire la strada a una multinazionale come la Veolia, che ha avuto la scorsa settimana 6 dirigenti che lavorano per Acqualatina (49% della Veolia) arrestati a Latina?” Questa è la domanda di Padre Alex Zanotelli a Prodi in seguito alla decisione del governo traballante di sbloccare i fondi Cip6 (contributi dei cittadini per l’energia rinnovabile) per la costruzione dell’impianto inceneritore di Acerra. Se Veolia dovesse vincere la gara d’appalto si accaparrerebbe , per legge!, ben 55 euro per ogni tonnellata di rifiuti bruciati.

Infine ho delle domande per tutti i lenolesi.
Lo sapevate che Veolia è la più grande multinazionale dell’acqua al mondo, con un giro d’affari di circa 50 miliardi di dollari all’anno (sono dati del 1999)?
Non è forse giunta l’ora di far sentire ai padroni di chi è veramente l’acqua?

Pierluigi Verardi

Anonimo ha detto...

Caro Luigi V. tutto quello che scrivi è vero ed è , nei commenti, condivisibile.
Vorrei ricordarti che tra gli arrestati ci sono persone di tutti i colori politici!
Dai consulenti di Di Pietro agli uomini indicati da F.I. a quelli indicati dal P.D. ecc.E siamo daccordo!
L'unica cosa però che ti vorrei chiedere è questa: Se Lenola esce da Acqualatina, come pensi di alimentare il nostro acquedotto, considerando che Lenola non ha sorgenti? Desidererei una tua risposta. Grazie. Saluti :Nepeppo

amico vero ha detto...

VOCI DI SAN ROCCO. Si sta consumando contro Gianni un attacco senza precedenti. Gli vogliono preparare il servizio quelli che ce l'hanno avuto sempre sulle pxxxx, insieme agli ex amici frustrati, agli ambiziosi, ai faccendieri, ai nobili con gli scudieri di turno, ai cercatori di affari. Povero Gianni, chissà come farai! Voglio darti un consiglio. Manda tutti a quel paese e goditi la vita senza rendere conto a nessuno. Sei sempre stato un combattente e quando sei caduto sei riuscito anche a sollevarti. Ma la bagarre che si sta sollevando lasciala affrontare a qualcun altro. Tanto poi verranno a richiamarti e si accorgeranno dell'ulteriore cazzata fatta.

write26 ha detto...

Caro Nepeppo, come pensiamo di alimentare il nostro Acquedotto?
Non dovresti chiederlo a Pierluigi, ma ad Andrea Antogiovanni e al Sindaco, in quanto il primo ha manifestato la sua preoccupazione a riguardo, comunicandoci che Lenola era stata staccata dal sistema di approvvigionamento idrico nel Post del 2 dicembre 2007 “PERCHE' ABBIAMO VOTATO CONTRO” e nessuno ha smentito, il secondo (il Sindaco) ci ha garantito che prima dell’inizio dell’estate avremo l’acquedotto.
Diciamo che, a parere del Sindaco, il problema delle autobotti si limiterà a pochi mesi perché non essere fiduciosi e credergli? Tra l’altro c’è la Comunità Montana che vigila? O ricordo male?
Ciao write26

Giovane interdetto ha detto...

Ho letto l'ultimo volantino di F.I. Lenola e mi è stato detto che l'altra sera è stata ufficializzata la candidatura a Sindaco di Guglietta Pasqualino.
Gianni ma perchè non li cacci dalla giunta e metti per qualche mese un paio di giovani volenterosi , magari ragazze , al posto loro ? Se hai ancora una speranza di recuperarli va bene ma altrimenti che stai aspettando ?

Carnevale2008 ha detto...

E'stato un carnevale bellissimo,penso che erano anni che Lenola non sentiva un carnevale del genere,complimenti a Mauro Simone e tutti coloro che hanno collaborato per la buona riuscita della manifestazione,mi auguro che queste cose fanno riflettere per un futuro migliore con idee nuove.un saluto Giovanni

Danilo Pezzola ha detto...

Da oggi è online il nuovo portale Lenola.it, abbiamo arricchito la homepage con nuovi servizi, una newsletter, uno spazio dedicato ai vostri commenti, la radio online, la possibilità di accedere in maniera molto più semplice a LenolaTV e LenolaTVLive.
Inoltre è data la possibilità di pubblicizzare eventi gratuitamente ed inviare comunicati stampa che verranno pubblicati nello scroll laterale, chiaramente è gradita la presenza di un link nel vostro sito. Grazie e buona "navigata".

Anonimo ha detto...

Caro Write forse non ci siamo capiti. La mia domanda è questa: Come riforniremo Lenola se usciamo da acqualatina? considerando che Lenola non ha sorgenti!
Al massimo possiamo aderire all'ATO di Cassino, se la cosa fosse possibile. Ma rischiamo di cadere dalla padella alla brace, in quanto alcuni amministratori arrestati a Latina, sono anche dirigenti, pare, di Acea che amministra anche l'ATO di Cassino.
Secondo me siamo solo impotenti!
Un saluto Nepeppo.

Anonimo ha detto...

Il carnevale è stato bello fino alla serata danzante. Bella la sfilata, belli i carri. La festa è venuta malino e il fatto di far pagare l'ingresso quando c'era di mezzo il comune, la pro-loco,la comunità montana e quanti altri, sommandolo al fatto che la sala era stata messa a disposizione dall'amministrazione è stata una vera caduta di stile.
Ciò non toglie nulla all'impegno messo dai ragazzi nell'organizzare il tutto.

Anonimo ha detto...

Caro anonimo, non c'hò capito un c.... di quello che hai detto.

Sempre di destra ha detto...

Ho sentito dire che ci stiamo alleando con Rifondazione.
Beh direi di fare anche in questo caso la raccolta differenziata.
La lota lasciamola a loro

Mao ha detto...

Sono i tuoi padroni che stanno leccando il cxxo a rifondazione cercando alleanze per non tornare a casa.
Servo dei servi!

guevara ha detto...

Caro Mao,
ma perchè sprechi parole per rispondere ad uno che già come si "appella" è un fallito cronico?

flavio ha detto...

Ho saputo una cosa strabiliante. I consiglieri di minoranza che hanno presentato la proposta di discutere il caso della "sanza" di Campodimele, sono in difficoltà perchè il progetto è caldeggiato dalla Regione. Adesso devono pensare a come uscire dall'imbarazzo senza tanti clamori.

Anonimo ha detto...

Vorrei sapere allora perchè non fanno i passi necessari verso i loro rappresentanti alla Regione Lazio, se tanto ci tengono a non aprire l'impianto. Tanto clamore e poi sono i loro amici a perorare l'energia a "sanza".

Anonimo ha detto...

Ho letto a scuola un articolo secondo il quale Gianni De Filippis sarebbe stato scaricato da Forza Italia.
Questo partito sembra parlarne anche con una certa vanteria.
Secondo me invece sarà una fortuna per Gianni continuare a fare il sindaco senza avere attorno persone ambiziose e spregiudicate. Vai avanti Sindaco e non demordere.

Anonimo ha detto...

Da qualche anno il nostro Paese è come una nave che ha perso la rotta e senza accorgersene è entrata nel Triangolo delle Bermuda, una di quelle navi il cui equipaggio scompare nel nulla.

L’equipaggio di questa nave a rischio di naufragio siamo noi (o meglio: i nostri cervelli), e il Triangolo delle Bermuda dentro cui siamo sfortunatamente entrati è composto da tre correnti tanto potenti quanto rovinose, che sono: i personaggi televisivi, i personaggi politici, i giornalisti.

Queste tre categorie plenipotenziarie hanno lottizzato l’Italia e la stanno immobilizzando come una camicia di forza, infestandola a tutti i livelli, ben oltre quelli consentiti, come un virus infesta un computer fino all’ultimo byte disponibile.

Naturalmente il problema non è la politica in sé, o il giornalismo e i media (basta affacciarsi all’estero per vedere che altrove le cose sono diverse), ma sono la nostra politica, il nostro giornalismo, i nostri media. Mai stati a un livello così infimo. E, purtroppo, mai stati così influenti. Hanno in mano tutto: ogni attività sociale, culturale e intellettuale. È tutto monopolizzato da loro: tutti i libri che si trovano in libreria sono scritti da loro, dietro a ogni evento culturale ci sono sempre loro, rimbalzano da un festival all’altro qualunque sia l’argomento, i teatri si riempiono solo quando sul palco ci sono loro… loro, sempre loro: i personaggi televisivi, i politici, i giornalisti. Sono talmente avvinghiati su sé stessi che spesso si intrecciano e confondono: i politici che fanno televisione, i giornalisti che si mettono in politica, i personaggi televisivi che scrivono libri e si mettono in politica… se la suonano e se la cantano. Per forza il “Times” qualche settimana fa ci ha definito un paese depresso, senza più sogni. Il popolo più triste d’Europa.

E noi?

Noi che non siamo né personaggi televisivi, né politici né giornalisti, ma “solo” scrittori, musicisti, attori, danzatori, pittori, ricercatori, storici, filosofi, artisti… chi ci incoraggia ad andare avanti nel nostro lavoro e a dare il meglio? Che speranze abbiamo di veder riconosciuta la nostra opera? Di trovare il nostro posto dentro a questa società o anche soltanto di poter condividere il nostro talento e il nostro lavoro con il nostro prossimo?

Ahimé, poche, pochissime. Il nostro destino è l’invisibilità, a meno che non scendiamo a patti con il demone a tre teste e vendiamo l’anima al diavolo esercitando l’antica arte dell’arruffianarsi in un modo qualunque la “gente che conta”. A meno che non diventiamo leccaculi del potere.

Personalmente il compromesso mi ripugna e l’invisibilità dopotutto non mi dispiace, ma questo vale solo per me naturalmente. Per questo non mi pesa boicottare il Cerbero: già da un paio d’anni in qua evito accuratamente di dare i miei soldi o prestare il mio tempo a chiunque sia attivo in quello che io chiamo “il regime strisciante del nuovo millennio” e, per quanto riguarda nello specifico la cultura e la vita artistica in genere (che sono i settori che più mi appartengono), boicotto senza se e senza ma l’opera di chiunque sia compromesso con la televisione e il potere.

Non è una questione personale, non è un rifiuto verso questa o quella persona, è una questione di coerenza ideologica e di resistenza attiva, come ai tempi del fascismo: è un rifiuto verso TUTTI coloro che sono compromessi con il regime, anche quando si tratta di personaggi validi. Negli anni ‘30 bisognava avere il coraggio di dire no al fascismo e a tutto ciò che lo rappresentava a prescindere da chi o cosa fosse. La stessa cosa vale oggi. Bisogna avere il coraggio di sottrarsi a ciò che rovina il Paese, di fare una scelta, di decidere da che parte stare: o si è con il regime o si è contro il regime. Non esistono vie di mezzo.

Mi dispiace per quell’attore di teatro, che pure è bravo, ma da quando fa televisione ho smesso di andare ai suoi spettacoli e di comprare i suoi libri. Mi dispiace per quel musicista, che pure mi è sempre piaciuto, ma da quando va in televisione ho smesso di andare ai suoi concerti e di comprare i suoi dischi. Mi dispiace per quell’intellettuale, che pure è molto acuto, ma da quando… insomma avete capito.

Questo è quello che faccio io. Conta poco, forse niente, ma è importante per me farlo, anche se so benissimo che non cambierà niente. È importante per me fare resistenza attiva, avere dei valori e difenderli, dimostrare a me stesso cos’è la coerenza, come diceva Dostoevskij: il segreto dell’esistenza umana non sta soltanto nel vivere, ma anche nel sapere per che cosa si vive.

Un vero cambiamento sarebbe possibile soltanto se il boicottaggio si estendesse a tutti i livelli.

Se gli attori di teatro si rifiutassero di fare televisione, salverebbero il teatro. Se gli editori si rifiutassero di pubblicare solo i libri dei personaggi televisivi o dei giornalisti, l’editoria si salverebbe. Se gli scrittori si rifiutassero di inseguire le mode per avere più successo mediatico, molte più persone tornerebbero a leggere libri. Se ai politici venisse chiesta una coerenza morale e un livello più alto di competenza, il paese non sarebbe allo sbando.

Se un numero sempre maggiore di persone decidesse di fare terra bruciata intorno al Cerbero e intorno a chi con esso si allea, avremmo una speranza di veder nascere un nuovo Umanesimo, di cominciare una stagione più vicina al Rinascimento che al “Piano Solo” di Licio Gelli, una stagione in cui ad avere un ruolo attivo nella società tornerebbero ad essere gli intellettuali e gli artisti, invece che i massoni, gli scalatori sociali, gli amici degli amici e i personaggi televisivi.

Solo così la nave uscirebbe dal Triangolo delle Bermuda con ancora tutto il suo equipaggio a bordo, sano e salvo.

Ma la storia insegna che questa è una utopia.

Quando la sirena della fama mediatica chiama, quasi nessuno riesce a resistervi. (1) Senza contare che far parte di una èlite è il sogno segreto di ogni individuo, in particolare degli artisti. Chi ci riesce diventa egoista e avido, arraffa tutto quello che può per tutto il tempo che gli è concesso, senza alcuna solidarietà di classe. Una volta entrati a far parte dell’èlite tutte le porte sono aperte e si può far tutto ciò che si vuole: cinema, teatro, editoria, musica… e tutto ai massimi livelli.

Chi l’ha provata sa che è una droga troppo potente per rinunciarvi spontaneamente.

di Franco del Moro

...


Il seguito di questo articolo sarà pubblicato sul numero 86 di Ellin Selae.

Aida ha detto...

Mamma mia, che sollievo!!
ho pensato fosse una triste riflessione di qualche giovane lenolese....da suicidio!!
con tutto il rispetto per Del Moro, ma possibile che il caro "bicchiere mezzo pieno" gli sfugga completamente. Qualcosa di buono ci sarà pure in questa Italia. E poi, si dice sempre -al giorno d'oggi- ma 30/40 anni fa eravamo in condizioni migliori? eravamo tutti più colti o più analfabeti? Questi media sono diventati il capro espiatorio per tutto quanto c'è di male ! Perchè non cerchiamo di prendere il buono che pure ci danno, mica ci stanno solo giornalisti corrotti e scrittori venduti?... che piacere leggere un editoriale di Scalfari o seguire un programma di Augias o una bella intervista di Fazio ad
Eco ecc.ecc.ecc. Come dice il poeta:
L'OTTIMISMO E' IL SALE DELLA VITA!!

Anonimo ha detto...

Continuo a non capirci un c.... .

write26 ha detto...

Caro Anonimo, perdona la mia ignoranza, non conosco Franco Del Moro ma credo che se hai sentito la necessità di pubblicare la sua opinione, un po’ è perché ti riconosci nella realtà che descrive e allora, dovresti chiederti quali sono le cause che l’hanno generata e successivamente, per dare un senso al tuo ragionamento, dovresti cercare di individuare i responsabili e trarre le giuste considerazioni.
Io ti consiglio di posare lo sguardo sull’articolo di Curzio Maltese, pubblicato nell’ultimo numero del “Il venerdì” associato ieri al quotidiano “La Repubblica”
Tutti quei “Se” di Del Moro non li capisco, ma mi fanno pensare semplicemente al fatto che:
“ Se mio nonno aveva cinque palle era un flipper” (perdona la mia espressione Oxfordiana)
Io lascerei stare Del Moro nel suo pessimismo e in quell’invisibilità che a Lui tanto piace, che non aiuta nessuno e magari, per farmi un’opinione riguardo l’Italia e il suo criterio di vivere la modernità, mi andrei a leggere qualcosa che riguarda Enrico Berlinguer e la “questione morale”
Vedi caro amico quello che stiamo vivendo non è fascismo, non è un regime è qualcosa che nell’intimo ci APPARTIENE e allora piuttosto che rifiutare noi stessi, PER SPIRITO DI CONSERVAZIONE, preferisco salvare il salvabile, mettermi in gioco e cercare di invertire quella rotta che lo stesso Del Moro dice che abbiamo perso. Come? Cominciando a fare qualcosa di concreto anche nei piccoli gesti quotidiani.
Un abbraccio e grazie per aver fornito uno spunto di riflessione. write26

write26 ha detto...

Ciao Aida leggerti è un piacere, concedicelo più spesso.
Un abbraccio write26

write26 ha detto...

Caro Nepeppo quattro mesi fa, con diversità di opinione, abbiamo disquisito riguardo una serie di strategie politiche, di carattere locale.
Se ricordi: io ritenevo che la presentazione delle liste elettorali, attraverso una sorta di primarie, oltre ad avvicinare i cittadini alla politica, avrebbe reso più autorevole coloro che poi avrebbero assunto l’onere di dover governare Lenola. Tu diversamente dicevi, per una serie di motivi, che ciò era dispendioso e poco praticabile, più facile sarebbe stato affidarci a delle figure volenterose e di consistente profilo per ripetere un’esperienza tipo “ Campanile”
Alla luce di quanto sta accadendo ti chiedo: “sei sempre dello stesso parere” ????? e se la tua risposta fosse affermativa, con quella cortesia che ti appartiene, ti va di mi spiegarmi perché?
Un affettuoso saluto write26

Anonimo ha detto...

Caro amico Write, io sono per il sistema delle primarie americane!
Gli iscritti e coloro che intendono iscriversi ad un partito sono chiamati a scegliere il candidato preferito in una corsa vera, dove non esiste già il vincitore! Questo accade, purtroppo, in Italia. Noi italiani riusciamo sempre ad imitare gli altri nel modo peggiore. Certo meglio qualcosa che niente! Ma un candidato non appoggiato dagli apparati dei partiti quando riuscirà a vincere? In mancanza di un sistema di primarie VERO, io mi accontento del vecchio sistema, delegando la scelta dei candidati alle assemblee degli iscritti e simpatizzanti dei partiti. Naturalmente i gruppi dirigenti dei partiti sono chiamati a valutazioni complessive circa la bontà di una candidatura e sulla sua capacità di convincere gli elettori più incerti. Se questo non accade la sconfitta è più che sicura!! Un saluto: Nepeppo.

write26 ha detto...

Nepeppo, premesso, si fa per ragionare, per chiarire qualche dubbio non perché credo di avere la verità in tasca.
Io mi riferisco a Lenola, un paesetto di 4000 abitanti dove tutti si conoscono, non al sistema Italia complesso e soprattutto disomogeneo.
Avrai sentito parlare sicuramente di democrazia partecipativa è un esperimento che molti comuni, con varie interpretazioni, hanno tentato e come tutte le cose, in alcuni casi si è rivelato un successo in altri casi un disastro.
Io, banalizzando, la vedo così: tra cittadini ci si incontra, si fanno delle assemblee, si ragiona sugli interventi da fare e sugli obiettivi da raggiungere, si votano le priorità, si fa un programma comune, successivamente ogni lista spiega le strategie che intende porre in essere per il raggiungimento degli obiettivi da tutti concordati e candida coloro che meglio sanno interpretarle.
Poi si va a votare. Ma cosa? Uomini e strategie perché il programma e comune.
Ad elezioni concluse la maggioranza avrà il compito di gestire le strategie e la minoranza quello di verificarne l’efficenza e a volte supportarle.
Sai Nepeppo il fatto che in un paese per la destra è primario costruire un parcheggio e per la sinistra un asilo nido per poi non fare ne uno o nell’altro o nella maggioranza dei casi lasciare incompiuto sia uno che l’altro (vedi Miracolle) mi sembra una stronzata tu che dici?
Vedi caro Nepeppo io i partiti, nelle piccole comunità, li lascerei fuori sono più una zavorra che un supporto.
Per ottenere i finanziamenti dallo Stato o dalla Regione preferisco, perché ne abbiamo le capacità, fare dei progetti sani piuttosto che ricorrere al referente politico. Ma non vedi di che pasta son fatti?
Dimmi che sono un provocatore perché ingenuo non lo sono, un abbraccio write26

geronimo ha detto...

Grande Pasqualino Guglietta!!!!!

Per fortuna a Lenola esistono ancora "Presenze vive di dignità"!!!

L'unica persona dalle palle a spigolo che abbiamo in circolazione ha fatto sentire il proprio ruggito...

L' UDC si sta letteralmente facendo addosso!!
...Urgono pannolini, pomate antinfiammatorie e quant'altro...

Ma adesso come faranno quei poveri "compagnucci" saliti sul 112 di Peppino..!?

Continua così Pasqualino. Io non sono un elettore di Forza Italia, ma so riconoscere azioni e comportamenti di elevata statura morale.Stai dimostrando di essere una persona seria e coerente. E per quanto mi riguarda, in mezzo a questa valle di lacrime, ritengo che tu sia l'unico in grado di meritare la fascia di Sindaco per i prossimi 5 anni.
Avrai il mio appoggio!

GERONIMO

IL RUGGITO DEL LEONE . ha detto...

TUTTI I MODERATI DALLA COSCIENZA PULITA IN SOCCORSO DEL GRANDE PASQUALINO GUGLIETTA, PER UNA NUOVA CLASSE DIRIGENTE SERIA E CAPACE, "SERVA" DI NESSUNO!!!

TUTTI PER LA LISTA CIVICA "DI CENTRO" CON PASQUALINO GUGLIETTA CAPOLISTA.

13 aprile: la liberazione . ha detto...

UN'ARMATA DI LEONI...altro che paese di PECORONI..!!

1)Pasqualino Guglietta
2)Andrea Antogiovanni
3)Giorgio Di Fonzo
4)Alessandro Pannozzo
5)Dario Lauretti
6)Carlo Pietrosanto
7)Bruno Trani
8)Vincenzo Davia
9)Pierluigi Catena
10)Paola Izzi
..)
..)
..

Anonimo ha detto...

11)Quartino
12)Mazzatosta
13)Sfronnalupini
..)
..)

Anonimo ha detto...

...Ma questi ultimi 3 non votano per Gianni!?

il farmacista ha detto...

Geronimo ma ancora credi alla favola di Pasqualino Guglietta?
Mi dispiace ma la crema antinfiammatora dovrà usarla proprio lui dopo il servizio che i servi del nanetto gli faranno!

Anonimo ha detto...

Bearzò, ti stanno preparando un servizio con i fiocchi i tuoi più stretti "amici fidati". Si sono già seduti attorno ad un altro tavolo. Però ti rimane ancora Beccaccia e il sindaco di Laparolo.

Anonimo ha detto...

Via Gianni e Bearzot......ma davero stiamo a fa?questo sarebbe l'inzio del rinnovamento lenolese?mamma mia come stiamo,figurimoci chi saranno i giocatori.....che paese........

Anonimo ha detto...

Ma che gli vuoi dedicà una strada?

giacomino ha detto...

ooooooooooo siete tutti stupidi